Accueil

Il comandante dello zucchero

Raphael Confiant
Il comandante dello zucchero

Quinto romanzo in lingua francese di Confiant, al quale sono stati attribuiti diversi significativi premi letterari, è ambientato in Martinica nel 1936. Ha come protagonista il mulatto Firmin Léandor, a cui il proprietario (bianco) ha affidato la sorveglianza dei numerosi tagliatori di canna, esclusivamente neri e trattati quasi come schiavi, che lavorano presso le sue ricche piantagioni. Una pungente ironia pervade il libro, che presenta uno spaccato della società martinicana del tempo, dove il razzismo è presente non solo presso i bianchi, ma anche nella mentalità della gente di colore, che relega all’ultimo posto della scala sociale coloro che possiedono la pelle più scura.

Raphaël Confiant, nato nel 1951 in Martinica è laureato in Lettere all’Università della Provenza e presiede la Facoltà di Lettere delle Antille e della Guyana. Promotore negli anni settanta del movimento della Créolité, nel 1988 pubblica Le Nègre et l’Amiral, incentrato sulla società antillana all’epoca della seconda guerra mondiale. Confiant ha ricevuto diversi significativi premi letterari, tra i quali il «Prix Novembre», il «Carbet de la Caraïbe et du Tout-Monde» e il «Casa de Las Américas».

Graziano Benelli, docente di Lingua e letteratura francese presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell’Interpretazione e della Traduzione dell’Università degli Studi di Trieste. Autore di saggi e monografie, ha tradotto fra gli altri Césaire, Leroi-Gourhan, Senghor, Grandbois.

Image: 

Pages